L’impegno di Amazon nella lotta al Covid-19

Sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria globale, proteggere la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e di quelli dei fornitori terzi è stata la nostra priorità. Abbiamo introdotto oltre 150 cambiamenti significativi di processo e misure di sicurezza per garantire alle persone di lavorare in totale sicurezza.

All’inizio di giugno abbiamo annunciato un importante passo avanti nel nostro impegno nei confronti della sicurezza: l’avvio della campagna vaccinale aziendale presso i nostri centri logistici. Siamo partiti dal Piemonte, aprendo i primi hub vaccinali a Torrazza Piemonte e Brandizzo, in provincia di Torino, rivolti ai nostri dipendenti e al personale dei nostri fornitori a cui offriamo la possibilità di vaccinarsi durante il proprio turno di lavoro. Si tratta di un'iniziativa importante non solo per la salute e la sicurezza dei lavoratori, ma anche per le comunità in cui essi vivono e lavorano. Hanno fatto seguito la Liguria, con l’hub vaccinale di Genova, l’Emilia-Romagna, con i centri di Castel San Giovanni (PC) e Santarcangelo di Romagna (RN) e la Lombardia, dove abbiamo aperto un hub vaccinale a Buccinasco (MI).

In Amazon, la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e dei dipendenti dei nostri fornitori sono un’assoluta priorità. Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie alla stretta collaborazione con le istituzioni locali e le autorità sanitarie” - ha dichiarato Marco Ferrara, Amazon Italia Logistics Senior Manager. “Siamo certi che l’avvio di questa campagna rappresenti un importante passo per proteggere non solo i lavoratori, ma anche le loro famiglie e le comunità locali e continueremo a confrontarci con tutte le istituzioni per capire come dare il nostro supporto nell’ambito della campagna vaccinale del Paese con l’obiettivo di contribuire a ritornare quanto prima alla normalità”.

Inoltre, a partire dal 2 luglio, è operativo anche l’hub vaccinale, situato all’interno del nostro centro di distribuzione di Passo Corese (RI), a disposizione non solo dei nostri dipendenti e del personale dei nostri fornitori, ma di tutti i cittadini residenti nel Lazio. Un’inziativa importante resa possibile grazie al coinvolgimento e alla stretta collaborazione con l’ASL di Rieti con l’obiettivo di accelerare la campagna vaccinale del territorio. Da sempre Amazon collabora a stretto contatto con le istituzioni e con le realtà del territorio al fine di realizzare progetti che possano avere un impattp positivo nelle comunità dove sono presenti i siti.

“Siamo davvero orgogliosi di poter dare il nostro contributo nell’ambito della campagna vaccinale del Paese con l’apertura di un hub all’interno del nostro centro di distribuzione di Passo Corese. Fin da subito abbiamo accolto con grande entusiasmo questo progetto che rappresenta per noi, non solo un ulteriore modo per prenderci cura dei nostri dipendenti, ma anche un supporto concreto al territorio. Da sempre lavoriamo in sinergia con le istituzioni e con le realtà locali per ascoltare con attenzione e comprendere le loro esigenze con l’obiettivo di realizzare iniziative a beneficio delle persone e delle famiglie che vivono nella comunità, attivando quello scambio di valore tra impresa e territorio che è per noi fondamentale” ha dichiarato Salvatore Schembri Volpe, Amministratore Delegato di Amazon Italia Logistica.