Il Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, ha siglato l’accordo tra il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf) e Amazon per proteggere le eccellenze dei prodotti agroalimentari e vitivinicoli DOP e IGP italiani in vendita su Amazon.

L'accordo rafforzerà la collaborazione esistente per l’individuazione e la segnalazione delle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale dei prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP) e di Indicazione Geografica Protetta (IGP), nonché delle pratiche sleali relative alla corretta informazione sugli alimenti.

La tutela della qualità delle produzioni agroalimentari rappresenta per l'Italia uno degli obiettivi principali della politica agroalimentare, poiché il nostro Paese ha il più alto numero di prodotti Dop e Igp in Europa. Questo accordo con Amazon, che negli ultimi anni ha implementato diversi programmi e innovazioni tecnologiche volti a tutelare clienti, venditori e marchi, conferma la qualità del lavoro svolto finora con l'ICQRF. Inoltre, questo accordo porterà a un rinnovato sostegno e a una maggiore tutela dell'agricoltura italiana e dell'immenso patrimonio agroalimentare del Paese” ha affermato il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli.

“Siamo lieti di firmare questo accordo con il Ministero delle Politiche Agricole italiano. È il primo accordo al mondo di questo tipo che Amazon ha firmato con un governo per tutelare le eccellenze enogastronomiche italiane, supportando le piccole imprese che producono questi prodotti. L'accordo è una buona notizia per i nostri clienti in tutto il mondo. Possono gustare le prelibatezze italiane sapendo che i prodotti che vedono nel nostro negozio sono prodotti genuini e di altissima qualità” ha affermato Dharmesh Mehta, Vice President of Customer Trust and Partner Support di Amazon.

Questo accordo con il MIPAAF rappresenta un'importante collaborazione tra pubblico e privato per la tutela dei prodotti enogastronomici italiani. Garantisce un'esperienza di acquisto sicura e aiuta la ripresa della nostra economia attraverso l'export. Siamo lieti di dare il nostro contributo, che si inserisce nel più ampio impegno di Amazon finalizzato a supportare le 18.000 PMI italiane che vendono nel nostro negozio, promuovere il Made in Italy nel mondo e proteggere i marchi dalla contraffazione” ha affermato Mariangela Marseglia, Country Manager, Amazon.it e Amazon.es. Amazon investe continuamente per accelerare la digitalizzazione delle PMI italiane, in particolare attraverso programmi come Accelera con Amazon. Durante la pandemia, Amazon ha investito 16 miliardi di euro in tutto il mondo per sostenere il business e l'esportazione delle PMI in tutto il mondo. Oltre 200 realtà italiane hanno superato 1 milione di euro di vendite su Amazon per la prima volta nel 2020. I partner di vendita italiani hanno superato in totale 600 milioni di euro di fatturato all’estero. Inoltre, a sostegno della loro crescita digitale, hanno creato finora oltre 50.000 posti di lavoro in Italia.

Il Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, tiene in mano un protocollo di intesa con accanto Mariangela Marseglia. Alle sue spalle le bandiere dell'Italia e dell'Unione Europea

La crescita delle PMI passa anche attraverso la protezione dei loro marchi.

Siamo fortemente impegnati a servire i nostri clienti e partner di vendita, e a proteggere il nostro negozio dai malintenzionati. Solo nel 2020 abbiamo investito più di 700 milioni di dollari (600 milioni di euro) nel mondo, e abbiamo dedicato oltre 10.000 dipendenti esclusivamente alle attività di contrasto di frodi, contraffazione e abusi. Utilizzando una combinazione di capacità avanzate di machine learning ed esperti investigatori, abbiamo inoltre sviluppato strumenti potenti per la protezione dei marchi, i più avanzati nel settore – fra cui il cosiddetto “Brand Registry”, Project Zero e Transparency – per proteggere il nostro store dai malintenzionati. Nel 2020 abbiamo lanciato la Counterfeit Crimes Unit, un team globale che supporta gli sforzi delle forze dell'ordine in tutto il mondo e che ha fatto buoni progressi nel suo primo anno, come la fornitura di prove e segnalazioni di oltre 250 contraffattori che sono stati sottoposti successivamente a indagini penali nell’Unione Europea, nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Cina; e ha intentato cause civili nei confronti di 64 contraffattori.

Stabilire una collaborazione con un Governo è un passo avanti molto importante per rendere i contraffattori responsabili dei reati che commettono. Come abbiamo recentemente sottolineato nelle nostre raccomandazioni per prevenire la contraffazione in tutto il settore richiede che i partner di vendita, i fornitori di logistica, le dogane e gli enti governativi lavorino insieme. Siamo orgogliosi di lavorare con il MIPAAF e l'ICQRF per tutelare i prodotti agroalimentari, un comparto estremamente rilevante per l'economia del Paese e per il quale l'Italia è nota nel mondo.

Le PMI italiane che vendono su Amazon stanno già beneficiando di tutte le iniziative che Amazon sta mettendo in campo per tutelare i loro prodotti e i loro marchi, e questo Memorandum di Intesa con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf) sarà un passo in avanti per la tutela dei nostri clienti, dei marchi e dello store.

Molino Bongiovanni, azienda con sede a Mondovì (CN) guidata dagli anni 2000 dal giovane Aldo Bongiovanni, che produce farine da tre generazioni. Fondata nel 1880 dal nonno di Aldo, l’azienda si è concentrata inizialmente nella produzione di farine di grano tenero. Aldo e la sorella Micaela hanno poi orientato l’azienda di famiglia verso un percorso di radicale cambiamento, rilevando un mulino a pietra ricevuto in regalo dai genitori e avviando la produzione di farine alternative provenienti da altre fonti di cereali (avena, canapa, farro, etc).

Nel 2004 è stata avviata la digitalizzazione dell'azienda, con un ecommerce dedicato. Attualmente, la produzione comprende sfarinati e alimenti naturali di diverse tipologie per un totale di circa 90.000 prodotti, di cui 18.000 biologici. Nel 2010 Aldo ha rafforzato la presenza online sbarcando su Amazon, operazione che ha consentito un significativo incremento del fatturato anche e soprattutto all'estero. Oggi il 50% del fatturato complessivo è generato dalle vendite su Amazon.

Aldo Bongiovanni: “Sono grato ad Amazon per i programmi messi in campo per la protezione dei brand: durante i mesi della pandemia ho registrato il marchio Bongiovanni su Amazon Brand Registry e iscritto alcuni nostri prodotti ad Amazon Transparency. Sono strumenti preziosi per noi venditori perchè ci permettono di differenziare il nostro brand dagli altri, proteggere i nostri prodotti dalla concorrenza sleale e garantire ai nostri clienti di acquistare solo prodotti autentici”.

Leoni Randolfo ha sede ad Ariccia, in provincia di Roma, nel celebre territorio dei Castelli Romani, dove da tre generazioni produce artigianalmente uno dei prodotti più tipici di quell'area: la porchetta.

Fondata nel 1940 da Augusto Leoni, l’azienda, negli anni, è stata guidata prima dal figlio Randolfo, mentre oggi le redini sono in mano ai nipoti, Augusto e Riccardo.

I fratelli Augusto e Riccardo si sono impegnati nel rinnovare l’azienda puntando a una produzione sempre più sostenibile, mantenendo al contempo il metodo tradizionale per la preparazione del loro principale prodotto.

Nel 2016, comprendendo l'opportunità di integrare il canale tradizionale con quello online, hanno creato il sito ecommerce e nel 2017 sono sbarcati su Amazon.it; anche grazie allo store su Amazon, durante la pandemia hanno riscontrato una crescita del +162% sulle vendite online rispetto all'anno passato.

Augusto Leoni: "La tutela dell'autenticità e della qualità della porchetta di Ariccia è da sempre la nostra missione: per questo negli anni abbiamo costituito il Consorzio dei Produttori di Ariccia e ottenuto la certificazione di Indicazione Geografica Protetta (IGP). Quattro anni fa, appena arrivati su Amazon, abbiamo attivato il servizio Amazon Brand Registry, recentemente ci siamo registrati al programma Transparency e siamo intenzionati a proteggere i nostri primi prodotti. Siamo molto soddisfatti di questi strumenti offerti da Amazon perché ci aiutano a proteggere l’autenticità del nostro marchio, aumentando la riconoscibilità della qualità dei nostri prodotti e la fiducia dei clienti, con un impatto positivo più generale sulle nostre vendite in Italia e all'estero”.

Maggiori informazioni su Brand Registry, Transparency e gli altri strumenti di Protezione dei Marchi, sono disponibili qui.

Scopri di più sul nostro Report sull’impatto delle Piccole e Medie Imprese, il nuovo accordo con ICE e il Made in Italy store.

Leggi le Proposte di Amazon per una maggior collaborazione fra settore pubblico e privato per porre fine alla contraffazione e il nostro Report sulla Protezione dei Marchi.