I nostri sforzi per l’energia e l’ambiente si concretizzano in ogni area della nostra struttura, e nelle nostre sedi di tutto il mondo. Cerchiamo costantemente nuovi modi per sviluppare le nostre buone pratiche per l’energia e l’ambiente e le seguiamo nell’intera struttura di Amazon. Per esempio, abbiamo Kaizen che si riuniscono nei nostri centri di distribuzione in tutto il mondo: i dipendenti partecipano nell’ambito di piccoli team per identificare gli sprechi e ottimizzare i processi. Tali buone pratiche possono essere declinate in ogni area della nostra struttura operativa.

Memoriale sul Clean Power Plan

Nell’aprile 2016 Amazon si è unita ad Apple, Google e Microsoft per presentare un memoriale amicus curiae che appoggia la prosecuzione nell’implementazione del Clean Power Plan, un piano per l’energia pulita della U.S. Environmental Protection Agency, ed esprime il crescente desiderio nel settore tecnologico di energia rinnovabile a prezzi convenienti in tutti gli Stati Uniti. Per leggere il memoriale (in inglese), clicca qui.

American Business Act on Climate Pledge

Nel 2015 Amazon ha sottoscritto l’American Business Act on Climate Pledge, un documento della Casa Bianca, per esprimere supporto nei confronti delle iniziative contro il cambiamento climatico e accelerare il passaggio a un’economia a basse emissioni carboniche. Il documento ha riunito più di 150 aziende per caldeggiare il raggiungimento di un accordo forte nel vertice di Parigi sul clima del 2015 e dimostrare il loro impegno continuativo nei confronti delle iniziative legate al clima.

Parchi e eolici e solari di Amazon

Nel 2015 Amazon ha annunciato che avremmo creato diversi parchi solari negli Stati Uniti. Situati rispettivamente in Virginia, Indiana, Ohio e North Carolina, questi nuovi parchi solari ed eolici genereranno in base alle previsioni più di 1,6 milioni di MWh di energia rinnovabile aggiuntiva per le reti elettriche che alimentano i data center AWS Cloud attuali e per quelle che alimenteranno i centri futuri. L’energia generata da questi progetti è sufficiente per alimentare all’incirca 150.000 delle tipiche case statunitensi, poco più di quelle contenute nell’intera città di Cleveland, nell’Ohio. Per saperne di più, clicca qui.