Amazon ha annunciato oggi 37 nuovi progetti di energia rinnovabile nel mondo, inclusi quelli europei in Spagna e Francia, che consolidano i progressi verso l’obiettivo di alimentare il 100% delle attività con energia rinnovabile entro il 2025 - cinque anni prima rispetto all'obiettivo iniziale del 2030. I nuovi progetti aumentano la capacità del portafoglio di energia rinnovabile di Amazon di quasi il 30%, da 12,2 gigawatt (GW) a 15,7 GW, e portano il numero totale di progetti di energia rinnovabile a 310 in 19 Paesi. Gli ulteriori 3,5 GW di capacità produttiva di energia pulita derivanti da questi nuovi progetti consolidano la posizione di leadership di Amazon come il più grande acquirente aziendale di energia rinnovabile al mondo. Un altro passo verso il raggiungimento degli obiettivi del Climate Pledge, un impegno a raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040, con 10 anni di anticipo rispetto agli obiettivi dell'accordo di Parigi.

“Il nostro impegno per proteggere il pianeta e limitare il nostro impatto ambientale ci ha portati a diventare il maggior acquirente aziendale di energia rinnovabile al mondo sia nel 2020 che nel 2021. Dati l’impegno ad alimentare il 100% delle nostre attività con energie rinnovabili e la crescita del nostro business, non intendiamo rallentare i nostri investimenti nelle rinnovabili. Ora abbiamo 310 progetti eolici e solari in 19 Paesi diversi e stiamo lavorando duramente per raggiungere il nostro obiettivo di alimentare il 100% delle nostre attività con energie rinnovabili entro il 2025, cinque anni prima dell’obiettivo originale del 2030.
Andy Jassy, CEO di Amazon

I 37 nuovi progetti si trovano tra Stati Uniti, Spagna, Francia, Australia, Canada, India, Giappone ed Emirati Arabi Uniti. Variano per tipologia di progetto e dimensioni, con tre nuovi parchi eolici, 26 nuovi parchi solari e otto nuove installazioni solari sul tetto dei nostri edifici in tutto il mondo. Come risultato di questi progetti, Amazon dispone ora di un totale di 310 progetti di energia rinnovabile, tra cui 134 parchi eolici e solari e 176 progetti solari su tetto.

Una volta operativi, si prevede che i 310 progetti di Amazon possano produrre 42.000 gigawattora (GWh) di energia rinnovabile ogni anno, una quantità di elettricità sufficiente ad alimentare oltre 11 milioni di case ogni anno. L'energia carbon-free generata da questi progetti aiuterà anche a evitare 17,3 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 ogni anno, evitando l'equivalente delle emissioni annuali di oltre 3,7 milioni di automobili negli Stati Uniti ogni anno.

Amazon continua anche a investire in progetti di energia rinnovabile abbinati allo stoccaggio di energia. I sistemi di stoccaggio dell'energia permettono ad Amazon di immagazzinare l'energia pulita prodotta dai suoi progetti solari e distribuirla anche quando l’energia solare non è disponibile, come nelle ore serali, o durante i periodi caratterizzati da una maggiore domanda. I nuovi progetti includono un impianto solare da 300 megawatt (MW) abbinato a 150 MW di stoccaggio di energia tramite batterie in Arizona e un impianto solare da 150 MW abbinato a 75 MW di stoccaggio di energia tramite batterie in California. Combinati, i due progetti raddoppiano il totale di energia da impianti solari abbinati allo stoccaggio che Amazon aveva inizialmente annunciato, da 220 MW a 445 MW.

“Amazon continua ad essere leader nell'acquisto di energia rinnovabile negli Stati Uniti. Questo include sempre più progetti ibridi che accoppiano lo stoccaggio di energia con la generazione di energia rinnovabile, consentendo di utilizzare energia pulita a tutte le ore del giorno. ”
Heather Zichal, CEO di American Clean Power Association

Di seguito, ulteriori dettagli sull'ultima serie di progetti di energia rinnovabile che contribuiranno ad alimentare con energia pulita le operazioni di Amazon, compresi i suoi uffici corporate, i centri di distribuzione e i data center di Amazon Web Services che supportano milioni di clienti a livello globale:

Cinque nuovi progetti in Spagna
L'azienda ha aggiunto altri 314 MW di capacità di produzione di energia rinnovabile in Spagna, portando il suo investimento totale a 1,4 GW nel Paese. I cinque nuovi progetti includono tre parchi solari e due parchi eolici, portando a un totale di 14 progetti di energia rinnovabile di Amazon in Spagna.

Un secondo progetto di energia rinnovabile in Francia
Amazon ha annunciato in Francia il suo secondo progetto solare, che porta la capacità di produzione totale di energia rinnovabile prospettata dall’azienda nel Paese a 38 MW.

23 progetti negli Stati Uniti, distribuiti in 13 Stati
I nuovi progetti portano il totale dell’energia pulita acquistata da Amazon negli Stati Uniti da 7,2 GW a 10,4 GW. In particolare, i nuovi progetti includono il più grande progetto di energia rinnovabile (per capacità di produzione) di Amazon annunciato finora: un parco solare da 500 MW in Texas. L'annuncio include anche i primi progetti di energia rinnovabile dell’azienda in Missouri. I restanti progetti sono in Arizona, Arkansas, California, Delaware, Georgia, Illinois, Indiana, Mississippi, Ohio, Oklahoma e Virginia.

Otto ulteriori progetti solari su tetto
Amazon ha aggiunto il suo primo progetto solare su tetto negli Emirati Arabi Uniti, un'installazione da 2,7 MW a Dubai. L’azienda ha anche annunciato sette progetti solari su tetto in Australia, Canada, India e Giappone per un totale di oltre 5 MW di capacità di energia pulita.

Scopri di più sui progetti di energia rinnovabile di Amazon nel mondo consultando questa mappa interattiva .

Nel 2019, Amazon e Global Optimism hanno co-fondato il Climate Pledge, un impegno a raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040, con 10 anni di anticipo rispetto agli obiettivi dell'Accordo di Parigi. Ad oggi, I firmatari sono oltre 300, tra i quali Best Buy, IBM, Microsoft, PepsiCo, Siemens, Unilever, Verizon e Visa.

Per raggiungere questo obiettivo, Amazon continuerà a ridurre le emissioni in tutte le sue attività, proseguendo il suo percorso verso l’obiettivo di alimentare il 100% delle operazioni con energia rinnovabile, cinque anni prima dell'obiettivo originale che l'azienda aveva fissato al 2030. L’azienda sta anche perseguendo la sua visione Shipment Zero che ha l’obiettivo di consegnare entro il 2030 il 50% delle spedizioni con zero emissioni nette di CO2, anche grazie all'acquisto di 100.000 veicoli elettrici per le consegne, il più grande ordine di veicoli elettrici per le consegne mai effettuato. La società sta inoltre investendo 2 miliardi di dollari nello sviluppo di servizi e soluzioni per la decarbonizzazione attraverso il Climate Pledge Fund.

Per saperne di più sul Climate Pledge ti invitiamo a visitare questa pagina.