La realizzazione di mezzi di trasporto più sostenibili è uno dei modi più importanti, impegnativi, ma realizzabili, per affrontare il cambiamento climatico. Dai veicoli elettrici (EV) al carburante sostenibile per l'aviazione (SAF), abbiamo finora fatto solo i primi passi nell’utilizzo delle nuove tecnologie per ridurre le emissioni di CO2. L’adesione di Boom, Cabify, JetBlue, Rivian e Uber al Climate Pledge – l’impegno a raggiungere gli obiettivi dell'accordo di Parigi entro il 2040 - rafforzerà questi sforzi.

"Aderendo al Climate Pledge, le aziende di tutto il mondo si stanno impegnando in modo importante per aiutare a proteggere il nostro pianeta dagli impatti devastanti del cambiamento climatico" ha dichiarato Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon. "Il settore dei trasporti svolge un ruolo fondamentale nell'accelerare i nostri obiettivi di riduzione della CO2 e diamo quindi il benvenuto a Boom, Cabify, JetBlue, Rivian e Uber che si uniranno a noi nel viaggio verso la carbon neutrality entro il 2040. Le 18 aziende che hanno firmato il Climate Pledge finora stanno dimostrando di essere leader nella cruciale transizione verso un'economia a basse emissioni che aiuterà a preservare l'ambiente per le generazioni future".

Boom sta ridefinendo il settore dei voli commerciali, riportando il viaggio supersonico nei cieli. L'aereo di linea storico di Boom, l'Overture, è progettato secondo gli standard leader del settore in termini di velocità, sicurezza e sostenibilità. A febbraio 2020, l'azienda ha annunciato che il programma di test per il suo XB-1 sarà a emissioni zero grazie all'uso di carburante sostenibile e a misure di compensazione delle emissioni di CO2 di alta qualità. Boom si è impegnata a portare a zero emissioni le proprie operazioni e la propria attività di ricerca e sviluppo ed è membro di diverse organizzazioni che lavorano per accelerare l'adozione e la fornitura di carburante sostenibile per l'industria aerea. Nel realizzare la sua visione di rendere il mondo più accessibile, Boom considera la velocità e la sostenibilità come obiettivi che non possono prescindere l’uno dall’altro.

Cabify è la prima e unica app per la mobilità urbana in Europa e America Latina ad essere carbon neutral, compensando il 100% di tutte le emissioni di CO2 che genera, nelle sue operazioni aziendali e per ogni corsa prenotata tramite l'app. Cabify misura accuratamente e riduce le emissioni delle proprie attività e mira a rendere elettrica la propria flotta aziendale in Spagna e America Latina rispettivamente entro il 2025 e il 2030. L'azienda è impegnata per la salvaguardia dell’ambiente e per la promozione delle energie rinnovabili lavorando su azioni di larga scala in Cile, Perù e Brasile, utilizzando soluzioni come la block chain per la compensazione della CO2.


Aderendo al Climate Pledge, i firmatari non si limitano a fare una dichiarazione di impegno per il futuro, ma stabiliscono anche un percorso per azioni e investimenti significativi che creeranno posti di lavoro, stimoleranno l'innovazione, rigenereranno l'ambiente naturale e aiuteranno i consumatori ad acquistare prodotti più sostenibili

JetBlue è la prima compagnia aerea ad aderire al Climate Pledge, riaffermando l'impegno dell'azienda a intraprendere azioni misurabili per ridurre il proprio impatto sul clima. Nel luglio 2020, JetBlue è diventata la prima e unica compagnia aerea statunitense a raggiungere la carbon neutrality per tutti i voli nazionali. La compagnia aerea prevede di aumentare ogni anno fino a oltre 7 milioni di tonnellate le compensazioni di emissioni di CO2, l'equivalente annuale della rimozione di oltre 1,5 milioni di autovetture dalla strada. JetBlue considera la compensazione della CO2 come un ponte per potenziare le tecnologie a basse emissioni, come il carburante sostenibile per aerei, e costruire aerei e operazioni più efficienti in termini di consumo di carburante. JetBlue ha iniziato a utilizzare un tipo di carburante sostenibile a luglio 2020 per i voli in partenza dall'aeroporto internazionale di San Francisco, consentendo una riduzione fino all'80% delle emissioni di CO2 prima di essere miscelato con il tradizionale carburante per aerei.

Rivian sta lanciando una gamma di fuoristrada, insieme a furgoni per le consegne progettati specificamente per le attività di consegna dell'ultimo miglio di Amazon. I veicoli commerciali dell'azienda, R1T e R1S, offrono una combinazione unica di prestazioni, potenzialità da fuoristrada e funzionalità. Questi veicoli utilizzano la piattaforma flessibile "skateboard" dell'azienda e saranno prodotti nello stabilimento di produzione di Rivian a Normal, Illinois, con consegne ai clienti a partire da giugno 2021.

Uber si è impegnata a diventare una piattaforma a emissioni zero entro il 2040, con il 100% delle corse che si svolgeranno su veicoli a emissioni zero, su mezzi pubblici o con opzioni di micro mobilità come biciclette e scooter. In precedenza Uber si era prefissata l'obiettivo di fornire il 100% delle corse con veicoli elettrici (EV) entro il 2030 in città statunitensi, canadesi ed europee. Uber si è anche impegnata a raggiungere l'obiettivo di zero emissioni nette nelle sue attività aziendali entro il 2030. Per raggiungere questi obiettivi, Uber sta investendo in programmi e risorse per espandere Uber Green - un'opzione che permette ai motociclisti di scegliere di viaggiare su veicoli ibridi o elettrici - e dedicherà 800 milioni di dollari in risorse per aiutare centinaia di migliaia di conducenti a passare ai veicoli elettrici entro il 2025. Inoltre, l'azienda investirà in una rete multicanale per offrire alternative sostenibili alle auto private, e si è impegnata ad essere trasparente e responsabile nei confronti del proprio pubblico.

"L'Accordo di Parigi ha definito una tabella di marcia univoca per tutti i paesi e le persone per affrontare la crisi climatica attraverso azioni concrete", ha detto Christiana Figueres, partner fondatore di Global Optimism e ex capo dell'ONU per il cambiamento climatico. "Aderendo al Climate Pledge, i firmatari non si limitano a fare una dichiarazione di impegno per il futuro, ma stabiliscono anche un percorso per azioni e investimenti significativi che creeranno posti di lavoro, stimoleranno l'innovazione, rigenereranno l'ambiente naturale e aiuteranno i consumatori ad acquistare prodotti più sostenibili".

Nel 2019, Amazon e Global Optimism hanno co-fondato il Climate Pledge, un impegno a raggiungere l'accordo di Parigi con 10 anni di anticipo ed essere a zero emissioni di CO2 entro il 2040. Diciotto organizzazioni hanno finora firmato il Climate Pledge: Amazon, Best Buy, Boom, Cabify, Henkel, Infosys, JetBlue, McKinstry, Mercedes-Benz, Oak View Group, Real Betis, Reckitt Benckiser (RB), Rivian, Schneider Electric, Siemens, Signify, Uber e Verizon.

Queste aziende stanno inviando un importante segnale che sottolinea ci sarà una rapida crescita nello sviluppo di prodotti e servizi che contribuiranno a ridurre le emissioni di CO2. Per maggiori informazioni visitate il sito: www.theclimatepledge.com .