Essendo un’azienda che opera a livello globale, stiamo monitorando attentamente gli effetti del COVID-19. Oggi più che mai Amazon sta aiutando tante persone nel mondo in un modo in cui pochi possono farlo, consegnando prodotti direttamente a casa dei clienti che ne hanno bisogno.

Poter consegnare prodotti a domicilio è fondamentale in un momento in cui viene chiesto il rispetto delle distanze di sicurezza e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Tutto il personale sta facendo un lavoro fantastico, indipendentemente dal fatto che lavori come operatore di magazzino, manager, in una funzione di supporto o per un’azienda fornitrice di servizi. Ognuno sta lavorando per permettere agli altri di rimanere a casa e contribuire a limitare il numero di persone nelle strade.


Solo in Italia abbiamo acquistato 261 milioni di unità di disinfettante per mani, 40 milioni di salviette disinfettanti, 11 milioni di paia di guanti, 8 milioni di mascherine, visiere protettive e altre protezioni per naso e bocca.

È stato creato un team dedicato, che grazie alla collaborazione tra vari dipartimenti, coordina l’implementazione delle misure di sicurezza nei siti. Amazon ha compiuto grandi sforzi per rivedere tutti i processi all’interno degli ambienti di lavoro, per adeguarli alle raccomandazioni delle autorità competenti nazionali e internazionali, e talvolta prevedendo misure ulteriori rispetto a quelle richieste.

Le misure adottate includono una maggiore frequenza e intensità delle pulizie in tutti i siti, compresa la sanificazione regolare di maniglie delle porte, corrimano, touchscreen, scanner e altre superfici toccate frequentemente da chi lavora. Inoltre viene costantemente ricordato di lavarsi accuratamente e frequentemente le mani e di mantenere una distanza di sicurezza di due metri tra le persone. Sono stati introdotti dispositivi di protezione individuali per le vie respiratorie, mascherine chirurgiche consegnate su base giornaliera e maggiorativa in caso di necessità, come anche le visiere paraschizzi da utilizzare in aggiunta alle mascherine chirurgiche per specifiche mansioni. Abbiamo fatto in modo di sospendere tutte le riunioni, tra cui i meeting di inizio turno, tutta la formazione viene effettuata in modalità webinar e abbiamo rivisto l’organizzazione delle pause e i processi di ingresso e uscita dagli edifici.

Solo in Italia abbiamo acquistato 261 milioni di unità di disinfettante per mani, 40 milioni di salviette disinfettanti, 11 milioni di paia di guanti, 8 milioni di mascherine, visiere protettive e altre protezioni per naso e bocca.

Elenco dettagliato delle misure di sicurezza applicate nell’ambito del nostro network logistico:

Nelle nostre sedi

A woman wearing a safety vest and mask inspects a hand-washing station.

  • Abbiamo installato delle termocamere per rilevare temperatura corporea all’ingresso dei siti, dotato le aree di lavoro e comuni di igienizzante mani e salviettine disinfettanti a beneficio dei lavoratori, e abbiamo messo a disposizione uno stock di mascherine chirurgiche, obbligatorie in tutte le aree dei siti, che consente il ricambio per tutto il personale su base quotidiana.
  • Abbiamo aumentato la frequenza e l'intensità delle pulizie con prodotti disinfettanti, compresa la sanificazione regolare di maniglie delle porte, corrimano, touch screens, scanner e altre superfici toccate frequentemente da chi lavora. Richiediamo inoltre ai dipendenti di pulire e disinfettare le loro postazioni e le attrezzature di lavoro. Abbiamo messo a disposizione dispenser di disinfettante per mani in maniera capillare in tutte le aree aziendali per permettere la continua igienizzazione da parte dei lavoratori.
  • Abbiamo esteso il distanziamento sociale a due metri e abbiamo rivisto più di 150 processi per salvaguardare la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e dei nostri fornitori. Tra le tante misure messe in atto, ad esempio, abbiamo previsto la sospensione delle riunioni e di altre occasioni di incontro durante l’orario di lavoro al fine di evitare assembramenti. Abbiamo scaglionato gli orari di inizio e fine turno e riorganizzato le pause, abbiamo ridistribuito sedie, tavoli, microonde e frigoriferi nelle aree comuni. Abbiamo creato nuovi percorsi a senso unico all’interno dei siti in prossimità dell’ingresso e dell’uscita dei siti, nelle aree degli spogliatoi e dei distributori automatici per consentire alle persone di usufruire degli spazi comuni in totale sicurezza; abbiamo recentemente provveduto anche a installare nuove tensostrutture opportunamente riscaldate ed attrezzate per offrire una ulteriore area ristoro all’esterno. Abbiamo utilizzato segnaletica orizzontale per indicare le posizioni che permettano il mantenimento del distanziamento nelle aree comuni e la massima capacità di utilizzo (sala ristoro, area fumatori). Abbiamo introdotto nuove figure preposte a supportare i dipendenti nel mantenere il distanziamento sociale durante tutto il turno e nelle pause.
  • Le comunicazioni essenziali vengono condivise tramite lavagne posizionate in punti strategici e attraverso conversazioni dirette con manager o membri del team delle risorse umane. Abbiamo riprogrammato i corsi di formazione in modalità e-learning emodificato il nostro processo di assunzione. Le visite guidate in tutti i nostri siti sono state messe in pausa.
  • Tramite i canali di comunicazione aziendali, ricordiamo costantemente ai dipendenti di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, soprattutto dopo essersi soffiati il naso, aver tossito o starnutito, prima e dopo mangiato e dopo aver usato il bagno. Se acqua e sapone non dovessero essere a portata di mano, abbiamo disposto dei dispenser di disinfettante per le mani a base di alcol, facilmente accessibili in più punti all’interno di tutti i nostri siti.
  • Abbiamo sospeso o rivisto tutti i processi che non consentivano il distanziamento sociale di due metri, inclusa la riorganizzazione dei turni. Abbiamo allargato i tavoli di lavoro e installato barriere di plexiglass per separare le persone; abbiamo creato delle corsie a senso unico nel rispetto della distanza per favorire la movimentazione dei trans pallet e dei carrelli. Per quelle attività lavorative, come manutenzioni straordinarie o sollevamento carichi, per le quali non è possibile mantenere i due metri di distanza forniamo in aggiunta alla mascherina, guanti e schermo facciale.
  • Tutti i dipendenti, la cui prestazione lavorativa non deve essere fornita necessariamente in sito, possono accedere allo smart working e tutti gli eventi e le riunioni che possono essere svolte da remoto vengono svolte in modalità videoconferenza.
  • I nostri fornitori di servizi hanno ricevuto le medesime istruzioni di rispetto del distanziamento, debitamente accettate e controfirmate mediante il Documento Unico per la Valutazione delle Interferenze (DUVRI)
  • Se un dipendente non dovesse sentirsi bene, è invitato a restare a casa. Eventuali casi di positività a COVID-19 di personale interno e di fornitori terzi sono gestiti in conformità alle direttive delle autorità sanitarie locali, anche per l’identificazione di persone venute a contatto con personale contagiato effettuando lo studio epidemiologico dell’analisi dei cerchi.
  • Inoltre abbiamo di recente effettuato un audit di conformità legislativa inerente al Covid-19, eseguito da ente esterno terzo certificato, che ha prodotto eccellenti risultati.

Personale dei fornitori di servizi di consegna

Per preservare la sicurezza del proprio personale e quella dei nostri clienti i nostri fornitori di servizi di consegna applicano le seguenti procedure.

  • Quotidianamente, all’inizio e alla fine delle rotte, le superfici toccate con frequenza all’interno dei veicoli e le attrezzature la lavoro, come le chiavi, il volante, qualsiasi bottone e gli strumenti utilizzati per le consegne vengono igienizzati.
  • È stato reso obbligatorio l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuali per le vie respiratorie.
  • Gli addetti alle consegne mantengono una distanza di due metri dal cliente durante le consegne. Una volta raggiunto l'indirizzo di consegna, l'autista avvisa il cliente della consegna, lascia il pacco a terra, arretrando di almeno due metri in attesa che il cliente ritiri il pacco. Le procedure di firma per avvenuta ricezione del pacco sono state sospese.
  • Il personale dei fornitori di servizi di consegna è stato sensibilizzato al rispetto delle nome di prevenzione, incluso lavarsi con frequenza le mani per almeno 20 secondi usando acqua e sapone, o utilizzare degli igienizzati a base di alcool. Per incrementare il rispetto delle norme igieniche Amazon mette quotidianamente a disposizione degli addetti alle consegne dei propri fornitori gel e salviette igienizzanti.
  • Abbiamo ricordato ai nostri fornitori di invitare il proprio personale a rimanere a casa nel caso in cui non si sentissero bene o avessero la febbre.