L’incontro speciale che ha dato vita a questa bellissima storia nasce quasi per caso, grazie ad un annuncio curioso, affisso sul muro dell’ospedale San Matteo di Pavia, uno dei principali ospedali pubblici in Italia per trapianto di midollo osseo in pazienti di età pediatrica. Una piccola Onlus di volontari caparbi e appassionati, gli “Amici del 4 Piano”, stava promuovendo una raccolta fondi per acquistare sei cyclette. Questo strumento semplice e poco pretenzioso avrebbe permesso ai piccoli pazienti ricoverati nel reparto TMO (Trapianto di Midollo Osseo) - costretti a rimanere in isolamento per periodi piuttosto lunghi, chiusi in una stanza - di riacquisire pian piano un poco di mobilità dopo settimane di degenza. Questa donazione avrebbe aiutato anche le loro mamme, consentendo loro di concedersi una piccola pausa e fare un po’ di “moto”. Del resto, si sa, lo sport libera la mente e ricarica le energie di coloro che ne hanno davvero bisogno. Almeno per un po’.

Carlotta, oggi Executive Assistant di Gabriele Sigismondi, Direttore Italia di Amazon Logistics, il cui bambino era appena stato assistito nel reparto di terapia intensiva, si imbatte nell’annuncio di raccolta fondi: “Sai, in certi momenti, forse a causa degli eventi che ci mettono a dura prova nella vita, si è ancora più sensibili alle difficoltà degli altri” - spiega - “e leggere che qualcuno stava facendo una colletta per acquistare una cyclette, un oggetto così semplice, ha toccato profondamente me e mio marito. Allora ci siamo messi in contatto con l'associazione e abbiamo fatto una donazione. Era la cosa più giusta da fare”.

Attraverso i buoni donati da Amazon, con i quali venivano sempre acquistati materiali per i laboratori ludico-ricreativi, abbiamo fatto la spesa per le famiglie che avevano bisogno di un piccolo aiuto in un momento ancora più difficile e delicato, per chi come loro è già in difficoltà
Alessandro, volontario dell'associazione Amici del 4 Piano

È così che Carlotta conosce Alessandro, volontario a tempo pieno per questa piccola organizzazione no profit nata nel 2013 e attiva sia “a domicilio”, che nel reparto di oncoematologia pediatrica del San Matteo, dove organizza dei laboratori ludico-ricreativi.
Quando due animi gentili si incontrano, spesso restano in contatto, perché sanno che ci sarà sempre occasione per potersi scambiare un pensiero, un consiglio, soprattutto se sarà un’occasione per fare del bene. È per questo che Carlotta, puntuale ambasciatrice delle iniziative di solidarietà promosse da Amazon, allo scoppiare dell’emergenza COVID-19, torna in aiuto degli “Amici del 4 Piano” e contatta Alessandro.

Durante l’emergenza sanitaria che ha reso più complesso l’impegno sociale, gli “Amici del 4 Piano” erano fin troppo consapevoli del rischio corso da un bambino immunodepresso. Bisognava attivarsi per alleggerire il compito di tutti gli ospedali della Lombardia e del Piemonte, tra i più colpiti dall’ondata di contagi provocati dalla pandemia. “Abbiamo dato una mano in qualsiasi modo potessimo, con raccolte fondi, portando dispositivi sanitari di sicurezza e macchinari per il sostegno dei pazienti dove servivano”, racconta Alessandro.

A Marzo 2020, Carlotta comunica ad Alessandro che Amazon, con il sostegno del deposito di smistamento di Buccinasco, a Milano, avrebbe aiutato la sua Onlus con una donazione dal fondo benefico stanziato per aiutare le comunità locali a rispondere all’emergenza COVID-19. “È stato più di un aiuto provvidenziale”, spiega Alessandro, “una manna dal cielo. Attraverso i buoni donati da Amazon, con i quali venivano sempre acquistati materiali per i laboratori ludico-ricreativi, abbiamo fatto la spesa per le famiglie che avevano bisogno di un piccolo aiuto in un momento ancora più difficile e delicato, per chi come loro è già in difficoltà: abbiamo comprato soprattutto latte in polvere e omogenizzati”. Alessandro continua: “Inoltre, comunicando sui nostri social la donazione di Amazon siamo riusciti a sensibilizzare ulteriormente altri donatori”. “Ci preoccupava di non poter contare più su quei piccoli aiuti che provengono dai donatori abituali che potevano trovarsi a loro volta in un momento di sofferenza economica, ma così non è stato fortunatamente”.

La vera forza degli “Amici del 4 Piano” secondo Alessandro è stata proprio quella di essere una piccola associazione, composta al 100% da volontari che mettono anima e corpo in quello che fanno ogni giorno. Un punto di forza che trasmette fiducia ad ogni donatore che entra in contatto con l’organizzazione, riconoscendone immediatamente trasparenza e onestà nell’impiego concreto di ogni contributo. “È stavo veramente un lavoro oltre al lavoro”, conclude Alessandro, che ora è in smart-working e come tutti gli italiani inizia ad intravedere uno spiraglio di luce alla fine della tempesta. “Ma un gran bel lavoro”, portato a termine con l’aiuto di Carlotta, che non si è dimenticata di quell’amico conosciuto per caso, dopo aver letto un volantino su un muro in un momento difficile."

Amazon ha raggiunto tante altre associazioni benefiche nel nostro Paese, tra le altre: Aiutiamoli ad Aiutarci, AISM sez. Biella Onlus, VIP Sognando Chivasso, ABIO ODV, Fondazione Alberto e Franca Riva Onlus, Ain Karim, ABC Sardegna - bambini cerebrolesi, Missione Tabita Onlus – Roma, Associazione Salvamamme & Piccoli Principi - Forano Sabino, Amici di Fra Lorenzo Cagliari. Tutte realtà impegnate nell’assistenza medica e umanitaria.

Gli “Amici del 4 Piano” è solo uno dei capitoli di questa grande storia di solidarietà e impegno sociale di cui tutti possono essere parte importante.