Il primo parco eolico di Amazon operativo al di fuori degli Stati Uniti è stato messo in funzione in Svezia – si tratta del primo di una serie di progetti di energia rinnovabile su scala industriale dell'azienda che quest'anno inizierà a fornire energia pulita alle reti di distribuzione in tutta Europa. Il progetto di Bäckhammar da 91 megawatt nella Svezia occidentale sosterrà i data center di Amazon Web Services (AWS) e la crescente attività retail di Amazon nel paese. Si prevede che fornirà 280.000 megawattora di energia pulita all'anno nella rete elettrica svedese - l'equivalente del fabbisogno di 29.000 abitazioni con consumi medi in Svezia.

Il lancio del parco eolico porta Amazon un passo più vicina agli impegni assunti con il Climate Pledge, con cui prevede di alimentare le proprie attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025 e di raggiungere l'obiettivo di zero emissioni nette di CO2 entro il 2040, dieci anni prima dell'accordo di Parigi.

"Il nostro parco eolico di Bäckhammar è una pietra miliare significativa nel nostro percorso verso l’impiego del 100% di energia rinnovabile nelle nostre attività", afferma Nat Sahlstrom, Direttore di Amazon Energy. "Siamo lieti che il progetto abbia iniziato a produrre energia pulita".

"Siamo orgogliosi che il nostro parco eolico in Svezia sia il primo progetto di energia rinnovabile su scala industriale di Amazon in funzione al di fuori degli Stati Uniti", dichiara Guido Bartels, Direttore Generale di Nordics, AWS. "Investiamo e cresciamo in Svezia da quasi un decennio, e questo progetto conferma il nostro impegno a creare un futuro sostenibile non solo per la nostra azienda, ma anche per le comunità in cui operiamo".

foto di una pala eolica in costruzione
Il progetto di Bäckhammar da 91 megawatt nella Svezia occidentale sosterrà i data center di Amazon Web Services (AWS)
Photo by Daniel Larsson/Eolus

Fornire energia pulita in tutta Europa

Il progetto Bäckhammar da 91 megawatt è il primo di due progetti di energia rinnovabile di Amazon ad essere lanciato in Svezia. Il secondo, un parco eolico onshore da 122 megawatt a Västernorrland, attualmente in costruzione, dovrebbe entrare in funzione nel 2022. Complessivamente, questi progetti aggiungeranno 213 megawatt di nuova energia pulita alla rete svedese.

I due siti in Svezia fanno parte degli otto progetti di energie rinnovabili - sei eolici e due solari - che l'azienda ha annunciato finora in Europa, destinati a fornire energia pulita alle reti elettriche che servono i data center AWS e altre strutture di Amazon. Oltre a Bäckhammar, altri due di questi progetti - in Irlanda e in Spagna – secondo i piani, entreranno in funzione nel corso dell'anno. Tutti questi progetti forniranno energia pulita alle reti elettriche attraverso accordi di acquisto di energia elettrica aziendale non sovvenzionati (CPPA).

Con questo tipo di accordi, Amazon contribuisce ad aggiungere energia rinnovabile alla rete, senza sostegni diretti del governo. Questo aiuta a ridurre i costi di sovvenzione per gli altri utenti locali di energia. Amazon si affida regolarmente a questo tipo di contratti non sovvenzionati per consentire l'avvio di nuovi progetti in Europa, tra cui il progetto del parco eolico annunciato recentemente, a Galway, in Irlanda, che entrerà in funzione nel 2022.

"In passato, i sussidi sono stati spesso utilizzati per aiutare lo sviluppo dell'industria delle rinnovabili, per garantire che la tecnologia potesse competere con i combustibili fossili", continua Nat. "Con progetti come Bäckhammar stiamo dimostrando che è possibile aggiungere nuova capacità rinnovabile senza sovvenzioni alla rete dove operiamo e ridurre le emissioni di CO2".

Parco eolico
Come parte del Climate Pledge, Amazon ha obiettivi ambiziosi per raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040.
Photo by Daniel Larsson/Eolus

Riduzione del consumo di acqua e di energia

Gli sforzi di Amazon in materia di sostenibilità vanno oltre il suo impegno per introdurre nuove energie rinnovabili in Svezia - l'azienda sta anche innovando nel campo della conservazione dell'acqua.

Per ridurre sia l'uso di energia che di acqua nei suoi data center svedesi, Amazon impiega sistemi di raffreddamento ad evaporazione diretta, progettati per utilizzare l'aria esterna per raffreddare i server e ridurre significativamente la domanda di elettricità e di acqua per alimentare i sistemi di condizionamento dell'aria. Questo metodo di raffreddamento altamente efficiente ottimizza i più recenti progetti dei data center AWS in base al clima mite della Svezia.

Questo fa sì che Amazon non utilizzi acqua per raffreddare i suoi data center svedesi per il 95% dell'anno. Durante i pochi giorni molto caldi che la Svezia registra ogni anno, l'azienda utilizza una quantità minima di acqua per aiutare a raffreddare l'aria e ridurre il calore dai server.

"Sviluppiamo la nostra strategia di utilizzo dell'acqua valutando i modelli climatici per ogni Regione AWS, le caratteristiche di gestione e disponibilità dell'acqua locale e l'opportunità di preservare le fonti di acqua potabile", afferma Nat. "Adottando un approccio olistico, valutiamo sia l'utilizzo di acqua che di energia di ogni potenziale soluzione di raffreddamento per selezionare il metodo più efficiente".


A livello globale, Amazon ha realizzato oltre 90 progetti di energia rinnovabile che hanno la capacità di generare oltre 3.000 MW e di fornire circa 8 milioni di MWh di energia all'anno.
Photo by Daniel Larsson/Eolus

Il Climate Pledge

Amazon si è impegnata in modo ambizioso a raggiungere zero emissioni nette di CO2 entro il 2040 come parte del Climate Pledge.

Gli obiettivi del Climate Pledge includono: alimentare le attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025; rendere tutte le spedizioni di Amazon a zero emissioni attraverso il programma Shipment Zero, prevedendo il 50% di tutte le spedizioni a zero emissioni nette entro il 2030; ordinare oltre 100.000 veicoli elettrici per le consegne, e investire 2 miliardi di dollari per sostenere lo sviluppo di tecnologie e servizi che riducano le emissioni di CO2 e aiutino a preservare l’ambiente.

A livello globale, Amazon ha realizzato oltre 90 progetti di energia rinnovabile che hanno la capacità di generare oltre 3.000 MW e di fornire circa 8 milioni di MWh di energia all'anno.

Leggi qui per saperne di più sul Climate Pledge