Il cambiamento climatico è un problema urgente e impellente. Proteggere l'ambiente e le comunità in cui lavoriamo e viviamo è una delle maggiori priorità di Amazon e abbiamo la possibilità di usare la nostra dimensione e scala per il bene comune. In previsione della Giornata della Terra, leggi le azioni che Amazon ha intrapreso per aiutare i nostri clienti ad acquistare in modo più sostenibile e per raggiungere il nostro obiettivi di essere a zero emissioni nette di CO2 entro il 2040.

Prodotti più sostenibili, anche per il tuo portafoglio

Con il lancio di Climate Pledge Friendly lo scorso settembre, ci siamo proposti di offrire ai nostri clienti un modo per rendere più semplice per scoprire e acquistare i prodotti più sostenibili. Abbiamo collaborato con i più rispettati enti di certificazione oltre ad aver creato la nostra etichetta, Compact by Design, per evidenziare i prodotti che soddisfano gli standard di sostenibilità e aiutano a preservare l'ambiente. Siamo entusiasti di annunciare l'aggiunta di quattro nuove certificazioni: CarbonNeutral product by Natural Capital Partners, Carbon Neutral Certification by SCS Global Services, ClimateNeutral by Climate Partner e Carbon Trust Carbon Neutral Certification. Le nuove certificazioni aggiungono migliaia di articoli a Climate Pledge Friendly di marchi come BABOR, Bulldog Skincare, Flor de Cana, Lindeman, Logitech, Zanier e altri, alla crescente selezione di oltre 75.000 prodotti Climate Pledge Friendly negli Stati Uniti e in Europa.

Un altro modo per i clienti di acquistare in modo più sostenibile è prediligere i prodotti ricondizionati tramite la vetrina Amazon Renewed, che aiuta a ridurre i rifiuti elettronici e prolunga la vita di un prodotto. In questo store gli acquirenti possono trovare ottime offerte su prodotti usati, come nuovi e ricondizionati che sono stati ispezionati e testati professionalmente da fornitori qualificati da Amazon. Sia che acquistino uno smartphone, una fotocamera o una TV, i clienti possono trovare molti dei loro marchi preferiti, con uno sconto fino al 40% sul prezzo.

Alimentare le proprie attività e sviluppare prodotti usando energia pulita
Come parte del Climate Pledge, siamo impegnati a raggiungere il 100% di energia rinnovabile entro il 2025, cinque anni prima del nostro obiettivo originale del 2030. In pochi anni, tutti i nostri edifici saranno alimentati da energia pulita generata da impianti solari ed eolici in tutto il mondo. Siamo anche orgogliosi di essere il più grande acquirente aziendale di energia rinnovabile con 8,5 gigawatt ad oggi, sufficienti ad alimentare 2 milioni di case per un anno. Questi progetti eolici e solari forniscono energia rinnovabile per i centri logistici, i data center di Amazon Web Services (AWS) e altre strutture Amazon che supportano milioni di clienti in tutto il mondo.

Amazon sta anche lavorando per ridurre l'impronta di carbonio dei nostri dispositivi. Stiamo costruendo nuovi parchi eolici e solari per produrre energia pulita equivalente all'elettricità utilizzata da ciascun dispositivo Echo utilizzato dai nostri clienti, e ci siamo impegnati a continuare a costruire progetti di energia rinnovabile fino a quando non avremo raggiunto il consumo energetico di tutti i dispositivi Amazon. L'anno scorso, abbiamo aggiunto una modalità “Risparmio Energetico” a tutti i nuovi dispositivi Echo e Fire TV alimentati dalla rete elettrica, che riduce il loro consumo energetico utilizzando meno energia durante i periodi di inattività.

Inoltre, i clienti possono abilitare Alexa per aiutarli a risparmiare energia. Ad esempio, se Alexa ha il presentimento che un cliente sia assente e abbia dimenticato di spegnere una luce, Alexa può spegnerla automaticamente, aiutandovi a risparmiare energia senza nemmeno pensarci. Infine, i clienti possono anche scoprire di più sulla Routine di Alexa, introducendo routine che potrebbero far risparmiare energia, come “Spegnere la luce della cucina dopo mezzanotte”.

Una consegna più sostenibile a casa tua

Stiamo trasformando la nostra rete di trasporto in tutto il mondo inventando nuove soluzioni di elettrificazione e utilizzando metodi di consegna alternativi per ridurre le emissioni di CO2. Appena un anno dopo aver annunciato l'acquisto di 100.000 veicoli elettrici personalizzati per le consegne come parte del Climate Pledge, Amazon ha iniziato a testare i nuovi furgoni sui percorsi di consegna a San Francisco e Los Angeles. Altri clienti vedranno i veicoli di consegna elettrici personalizzati attraversare i quartieri di altre 14 città degli Stati Uniti nel 2021, prima che decine di migliaia di veicoli entrino in circolazione nei prossimi anni. Stiamo anche utilizzando biciclette o api elettriche per le consegne in alcuni centri urbani in Italia, negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Germania. A New York City utilizziamo circa 200 biciclette e-cargo, che trasportano fino a 45 pacchi ciascuna, per effettuare le consegne da tre sedi di Whole Foods Market ai clienti di Manhattan e di alcune zone di Williamsburg.

Unbox e upcycle

Amazon lavora diligentemente per ridurre al minimo i rifiuti da imballaggio e favorire il riciclo. Abbiamo inventato algoritmi di machine learning che ci aiutano a fare la scelta di packaging più intelligente per i tuoi ordini. I nostri programmi ci aiutano a usare meno materiale possibile, pur proteggendo gli articoli. Pacchetti più piccoli e leggeri significano che Amazon può impacchettare più ordini in ogni consegna, con il risultato di meno viaggi e meno carburante utilizzato, il che riduce al minimo la nostra impronta di carbonio. Dal 2015, abbiamo ridotto il peso degli imballaggi in uscita del 33% ed eliminato oltre 1 milione di tonnellate di materiale da imballaggio, l'equivalente di oltre 2 miliardi di scatole da spedizione. Solo nel 2020, abbiamo eliminato oltre 27 milioni di sacchetti di plastica dall'imballaggio dei nostri dispositivi.

Inoltre, i nostri programmi Frustration-Free Packaging (FFP) incentivano i produttori a confezionare i loro prodotti in imballaggi facili da aprire che sono riciclabili al 100% e pronti per la spedizione ai clienti senza scatole Amazon aggiuntive. Nel 2019, abbiamo lanciato una busta imbottita di carta completamente riciclabile che protegge i prodotti durante la spedizione occupando meno spazio in transito. Più di 200 milioni di queste nuove buste sono già state spedite ai clienti, riducendo i rifiuti, risparmiando carburante e offrendo la stessa riciclabilità della scatola iconica di Amazon, riducendo di molto lo spazio occupato in un contenitore per il riciclo.

Forniamo anche opzioni per i nostri clienti per riutilizzare, riparare e riciclare i loro prodotti - inviando meno materiale alla discarica e reintroducendone di più nel ciclo dell'economia circolare. Amazon Second Chance fornisce informazioni su come scambiare articoli idonei, riciclare dispositivi e prodotti Amazon, riciclare gli imballaggi Amazon e come trovare prodotti e dispositivi ricondizionati. Puoi anche trovare i punti di raccolta più vicini per tutti i tuoi imballaggi Amazon.

Il Climate Pledge

Questi programmi e iniziative ci stanno aiutando a raggiungere il nostro obiettivo di zero emissione nette di CO2 entro il 2040, 10 anni prima dell'accordo di Parigi come parte del Climate Pledge. Aziende come Unilever, Microsoft, Verizon, Mercedes-Benz e altre ancora hanno firmato il Pledge e si sono impegnate a lavorare per raggiungere l'obiettivo di zero emissioni nette di CO2 nelle loro attività in tutto il mondo, il che nel complesso ha il potenziale di ridurre significativamente le emissioni di CO2 aziendali. Per saperne di più sul Climate Pledge e sugli impegni di sostenibilità dei firmatari, visita il sito web del Climate Pledge.

Anche i nostri dipendenti sono coinvolti in prima persona. I nostri Sustainability Ambassador fanno parte di un'organizzazione di dipendenti Amazon che lavorano per ampliare gli sforzi dell'impatto ambientale e sociale di Amazon. Stanno ospitando la loro seconda competizione annuale Think Big per ispirare i dipendenti a identificare e sognare nuove soluzioni di sostenibilità per sostenere ulteriormente il Climate Pledge. I Sustainability Ambassador stanno anche lavorando in tutto il mondo per ospitare panel virtuali a livello locale con relatori esterni, tra cui Laure Lemarquis, direttore globale CSR e sostenibilità, divisione prodotti di consumo di L'Oréal, Claire Cummings, responsabile dei programmi per i rifiuti di Bon Appétit Management Company, Alessio Dantino, fondatore e amministratore delegato di Forward Fooding, e Tom Hall, vicepresidente di Lonely Planet, per educare e discutere il raggiungimento delle zero emissioni nette di CO2 entro il 2040.

Siamo lieti di portare i nostri clienti nel nostro viaggio verso le zero emissioni nette di CO2 mentre costruiamo un business più sostenibile per loro, le loro comunità e il pianeta.