Amazon ha donato oltre 1700 tablet Fire HD 8 alle associazioni ActionAid, Save The Children, l’Albero della Vita e Caritas per favorire progetti di accesso all’istruzione di studenti provenienti da famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza COVID-19.

Queste donazioni si inseriscono nel progetto di più ampio impegno che Amazon ha messo in campo per sostenere gli sforzi delle tante organizzazioni no profit e degli enti che operano nei territori e nelle comunità in cui vivono e lavorano i dipendenti Amazon e con cui l’azienda lavora da tempo.


I progetti di aiuto allo studio varati dalle quattro associazioni consentono di dare gli adeguati strumenti agli studenti meno avvantaggiati su tutto il territorio nazionale. Amazon ha voluto supportare queste iniziative con i tablet della famiglia Fire più adatti alla visualizzazione di contenuti in streaming.

La prolungata chiusura delle scuole per l’emergenza COVID-19 ha portato alla diffusione dell’e-learning, con la necessità da parte degli studenti di utilizzare dispositivi elettronici che consentano loro di partecipare alle lezioni online.

Grazie ad ActionAid, i tablet Fire HD 8 saranno distribuiti, nelle prossime settimane, direttamente a scuole ed enti di educazione informale che potranno così dare un supporto immediato alle famiglie che hanno fatto richiesta degli strumenti per accedere alle lezioni. “Siamo impegnati da anni al fianco delle scuole di tutta Italia per offrire opportunità educative e ridurre la dispersione scolastica. In questa fase emergenziale stiamo monitorando quotidianamente le conseguenze che la chiusura delle scuole e la sospensione delle attività aggregative stanno avendo sugli studenti, soprattutto per quanto riguarda l’aumento delle disuguaglianze sociali. Il prezioso supporto di Amazon ci permetterà di aiutare concretamente quei ragazzi che, proprio per la mancanza di una corretta dotazione informatica, non riescono a seguire la didattica a distanza” afferma Katia Scannavini, Vice Segretaria ActionAid Italia.

Amazon si schiera anche al fianco di Save the Children. La donazione di dispositivi tablet Fire HD 8 sta permettendo agli studenti coinvolti negli interventi dell’Organizzazione di proseguire il loro percorso scolastico con il supporto degli operatori. “Siamo grati ad Amazon per il suo prezioso supporto e per essere al nostro fianco, in questo momento delicato, per raggiungere quanti più bambini e famiglie possibile. Da quando abbiamo attivato il nostro programma ‘Non da soli’ su tutto il territorio nazionale, siamo venuti a contatto con moltissimi nuclei familiari che hanno grosse difficoltà anche solo a portare il piatto a tavola e sfamare i propri figli o che non hanno a disposizione tablet o pc perché i figli possano studiare e seguire le lezioni on line. È fondamentale, in questo momento, essere al loro fianco e non lasciare indietro nessuno ed è quello che continueremo a fare anche grazie a questa collaborazione speciale con Amazon”, ha affermato Daniela Fatarella, Direttrice Generale Save the Children.

I tablet Fire HD 8 sono stati destinati anche all’associazione l’Albero della Vita, che agisce a favore dei nuclei familiari che vivono in condizioni di estrema povertà e che, con la diffusione del Coronavirus hanno visto aggravarsi la loro situazione al punto di non poter garantire la connessione dei figli con la propria scuola. Il progetto de l’Albero della Vita raggiungerà circa 1.000 famiglie in tutt’Italia (oltre 100 nella sola Milano) che riceveranno buoni spesa, connessioni e i dispositivi.

Un’ulteriore donazione di tablet è stata infine effettuata alla Caritas di Roma per un progetto di aiuto allo studio destinato, in particolare, a bambini e adolescenti maggiormente a rischio di isolamento dall'istruzione e di interruzione del percorso di studi.

Le donazioni italiane si inseriscono in un programma di aiuti internazionale di Amazon, che prevede donazioni di dispositivi elettronici per un valore pari a $5 milioni per supportare le comunità durante la pandemia di COVID-19.

Ulteriori informazioni sulle iniziative di Amazon in risposta all'emergenza COVID-19 sono disponibili qui.