Mentre stiamo lavorando duramente per consegnare in sicurezza prodotti essenziali ai clienti durante la pandemia di COVID-19, la sostenibilità rimane una priorità assoluta per Amazon. Da quando abbiamo co-fondato 'The Climate Pledge' nell'autunno del 2019, in collaborazione con l'ex capo delle Nazioni Unite per il clima Christiana Figueres, abbiamo fatto molti progressi e questo anche grazie alla dedizione di migliaia di dipendenti da diversi team in tutta Amazon - oltre 4.500 dipendenti si sono infatti uniti al nostro gruppo Amazon Sustainability Ambassadors.

Proprio questa settimana, Amazon ha annunciato un impegno da $ 10 milioni - parte del nostro fondo Right Now Climate da $ 100 milioni - per conservare, ripristinare e supportare la silvicoltura sostenibile e la fauna selvatica in tutto il mondo. Questo primo impegno, in collaborazione con The Nature Conservancy, supporterà le famiglie proprietarie di foreste nelle montagne appalachiane creando una nuova fonte di reddito per ripristinare e conservare le terre forestali, proteggere la fauna selvatica e supportare così la riduzione di milioni di tonnellate di CO2. Questo è solo il primo di molti altri progetti in questo settore.

I designer lavorano ai diversi modelli in argilla dei nuovi veicoli elettrici per le consegne di Amazon
Designer di Rivian rifinisce il modello in argilla dei nuovi veicoli elettrici per le consegne di Amazon
Photo by JORDAN STEAD

Di recente abbiamo dato una prima occhiata al design e alle caratteristiche dei nostri nuovissimi veicoli elettrici per le consegne. Come parte del progetto 'The Climate Pledge', Amazon ha ordinato da Rivian, un produttore di veicoli elettrici e società di tecnologia automobilistica con sede nel Michigan, 100.000 veicoli elettrici per la consegna. Prevediamo di mettere in strada 10.000 di questi nuovi veicoli già nel 2022, con l'obiettivo che siano tutti operativi entro il 2030, eliminando milioni di tonnellate di emissioni di CO2 all'anno.

Amazon si impegna inoltre a raggiungere l’80% di energia rinnovabile in tutte le proprie attività entro il 2024 e il 100% entro il 2030 (e stiamo lavorando a un nuovo piano per portare l'obiettivo del 100% al 2025). Stiamo lanciando una serie di nuovi progetti per rendere tutto questo realtà. All'inizio del 2020 abbiamo annunciato un nuovo impianto solare nella Contea di Pittsylvania in Virginia che aiuterà a alimentare l'HQ2 e altre attività di Amazon, inclusi i supermercati Whole Foods e i centri di distribuzione. Abbiamo anche annunciato nuovi progetti di energia rinnovabile in Australia, Spagna, Svezia e negli Stati Uniti, portando il totale a 86 progetti di energia rinnovabile con la capacità di generare oltre 2.300 MW e fornire oltre 6,4 milioni di MWh di energia ogni anno.

Abbiamo compiuto continui progressi nella riduzione dei rifiuti di imballaggio. Il nostro programma di imballaggi frustration-free incoraggia i produttori a confezionare i propri prodotti in imballaggi facili da aprire, riciclabili al 100% e pronti per essere spediti ai clienti senza scatole Amazon aggiuntive. Dal 2015 abbiamo ridotto del 33% il peso degli imballaggi in uscita ed eliminato oltre 880.000 tonnellate di materiale da imballaggio, l'equivalente di circa 1,5 miliardi di scatole.

Abbiamo anche sviluppato algoritmi di machine learning per aiutarci a scegliere i packaging più intelligenti per gli ordini dei clienti. Il nostro Packaging Lab ha inoltre sviluppato un nuovo mailer imbottito in carta completamente riciclabile. Nel frattempo, servizi come Amazon Second Chance consentono ai clienti di scoprire come e dove riciclare vari tipi di imballaggi e vecchi dispositivi elettronici a livello locale.

Sappiamo che c'è ancora molto da fare e la crisi climatica è alle porte. Con i livelli di inquinamento atmosferico che calano in modo significativo a causa dei cambiamenti determinati dai comportamenti sociali e industriali durante la pandemia di COVID-19, abbiamo avuto un assaggio di come potrebbe apparire un futuro a basse emissioni di CO2. E stiamo sfruttando questa opportunità per imparare e agire nella lotta al clima.

Oltre 4.500 ambasciatori della sostenibilità

Non potremmo fare tutto questo senza il supporto dei nostri dipendenti in tutto il mondo. Il nostro gruppo di Sustainability Ambassadors conta oltre 4.500 dipendenti che condividono idee su come Amazon può essere un leader nella protezione del pianeta e su come aumentare gli sforzi dei nostri team che lavorano direttamente sulla gestione dei nostri impatti ambientali e sociali.

Il programma Ambassadors è iniziato nel 2017 con team negli uffici aziendali e centri di distribuzione negli Stati Uniti e in Europa. Oggi il programma continua ad espandersi e conta persona da più di 160 team negli Stati Uniti, in Europa, Australia, Singapore e India, tra le altre località.

In tutto il mondo, i Sustainability Ambassadors si concentrano a guidare processi e meccanismi a sostegno di un cambiamento culturale che riguardi il modo in cui affrontiamo l'efficienza energetica, la riduzione e il riciclo dei rifiuti presso i nostri uffici e siti operativi. Negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Germania, in Costa Rica e in Giappone i team stanno affrontando una sfida chiamata "zero cup", per ridurre l'uso di tazze monouso. I dipendenti in Lussemburgo e Repubblica Ceca tengono seminari sulla sostenibilità alimentare. Ognuno di questi sforzi può fare la differenza. Mentre gli ambasciatori sviluppano i loro progetti noi ne misuriamo l'impatto, tenendo traccia dei progetti di successo al fine di replicarli.

Vogliamo ringraziare tutti i team Amazon che contribuiscono con le proprie idee, le intuizioni e la propria energia, con particolare riferimento proprio ai nostri Sustainability Ambassadors che hanno raccontanto ciò che fanno, girando i video proprio mentre lavoravano da casa in queste settimane.