Amazon ha rilasciato oggi il suo primo rapporto su come garantisce ai clienti un acquisto sicuro e su come protegge i titolari dei marchi e i milioni di piccole e medie imprese che vendono prodotti autentici nel nostro store.

“L'azione congiunta con Amazon sottolinea come la tutela della proprietà intellettuale sia una priorità per Ferragamo e come l'azienda stia portando avanti la lotta alla contraffazione con piena consapevolezza e risoluzione.”
Micaela le Divelec Lemmi, CEO, Salvatore Ferragamo

La pandemia ha portato ad un anno difficile e durante questo periodo abbiamo notato che c’è stato un incremento di frodi e di prodotti contraffatti. I nostri team hanno continuato a elaborare metodi innovativi per proteggere il nostro store, aiutando i nostri partner di vendita a mantenere aperte le loro porte virtuali e permettendo alla maggior parte dei clienti di acquistare con fiducia dalla nostra ampia selezione di prodotti autentici. Il nostro report sulla protezione dei marchi è il primo documento in cui offriamo una visione globale dei nostri sforzi nella lotta alla contraffazione e sono orgoglioso di condividere i progressi compiuti dai nostri team per eliminare dal nostro catalogo i prodotti contraffatti.

Il report 2020 sulla protezione dei marchi evidenzia la grande attenzione che Amazon presta all’innovazione e i progressi compiuti a livello globale nella lotta alle contraffazioni, per la tutela dei clienti e dei marchi, tra cui:

  • Amazon ha investito più di 700 milioni di dollari per proteggere i suoi negozi da frodi e abusi.
  • Amazon ha assunto più di 10 mila persone per proteggere i suoi negozi da frodi e abusi.
  • I processi di verifica di Amazon hanno bloccato più di 6 milioni di tentativi di creazione di account venditore, fermando i malfattori prima che potessero mettere in vendita anche un solo prodotto.
  • Solo il 6% dei tentativi di registrazione di account venditore ha superato i solidi processi di verifica di Amazon e ha potuto mettere in vendita dei prodotti.
  • Amazon ha sequestrato più di 2 milioni di prodotti contraffatti prima che fossero inviati ai clienti e ha impedito che venissero rivenduti altrove nella filiera di distribuzione al dettaglio.
  • Amazon ha bloccato più di 10 miliardi di offerte sospette prima che venissero pubblicate nei suoi negozi.
  • Amazon Transparency ha consentito la protezione di più di 500 milioni di unità di prodotto.
  • Meno dello 0,01% di tutti i prodotti venduti su Amazon ha ottenuto un reclamo per contraffazione. Questi reclami sono stati in seguito accuratamente esaminati.
  • Più di 7 mila piccole e medie imprese sono state messe in contatto con studi legali di fiducia negli Stati Uniti e in Europa tramite IP Accelerator. Queste imprese hanno registrato con successo il proprio marchio e hanno ricevuto immediato accesso agli strumenti di protezione del marchio del Brand Registry.
  • Amazon ha creato la sua Counterfeit Crimes Unit (Unità contro i Crimini di Contraffazione) per identificare i casi di contraffazione, segnalarli alle forze dell’ordine, intraprendere indagini indipendenti o cause congiunte con i marchi, e promuovere azioni legali contro i responsabili.
“Negli ultimi tre anni il programma IACC-Amazon ha ottenuto risultati reali, pratici e considerevoli, ha migliorato l'esperienza di riconoscimento della proprietà intellettuale sia per i marchi partecipanti che per la comunità dei titolari dei diritti nel suo complesso”
Bob Barchiesi, IACC President

Il report sulla protezione dei marchi delinea l’approccio di Amazon nella lotta alla contraffazione, che include:

  • Solidi controlli proattivi. Amazon fa affidamento su una combinazione di tecnologie di apprendimento automatico ed esperti investigatori per proteggere attivamente i suoi negozi da malfattori e prodotti falsi. Amazon punta all’innovazione costante in questo campo, in modo da essere sempre un passo avanti rispetto ai malfattori e ai loro continui tentativi di aggirare i suoi controlli.
  • Strumenti efficaci per i marchi. I titolari dei marchi sono i migliori conoscitori dei loro prodotti. Ne conoscono in dettaglio i loghi, i modelli e la proprietà intellettuale. Incoraggiamo i marchi a lavorare con noi attraverso strumenti come il Brand Registry, Transparency e Project Zero. Questi strumenti sono sviluppati a partire dalla tecnologia avanzata di Amazon e dalla conoscenza perfetta che ogni titolare di marchio ha dei suoi prodotti. Insieme possiamo individuare e fermare più efficacemente i contraffattori, proteggere meglio i clienti e i titolari dei diritti di proprietà intellettuale.
  • Denunciare i contraffattori. Amazon migliora constantemente i suoi solidi controlli proattivi e i potenti strumenti di protezione dei marchi e non ci fermeremo finché non porteremo a zero il numero di contraffazioni nel nostro store. È in corso una battaglia sempre più dura contro i criminali che tentano continuamente di trovare nuovi modi per vendere prodotti contraffatti, e l’unico modo per bloccare definitivamente questi contraffattori è segnalarli alle forze dell’ordine e procedere giudizialmente.

Ecco alcune testimonianze dei partner di vendita di Amazon che usufruiscono dei nostri servizi per proteggere il proprio brand:

Stefano Bolzicco, titolare di LoryArreda.Com, ha dichiarato: “Sono presente con il mio brand su Amazon dal 2016 e ho aderito da subito con entusiasmo al programma Transparency. Ne sono estremamente soddisfatto e lo consiglio a tutti i venditori. Grazie a Transparency, infatti, ho avuto un duplice beneficio. Nel breve periodo, si è trattato di un beneficio psicologico: come venditore mi sentivo protetto rispetto alla contraffazione dei miei prodotti, che influisce negativamente sia sulla mia credibilità che sui volumi di vendita. Sul lungo periodo, ho riscontrato un aumento della brand awareness e della credibilità del marchio, con i clienti che avevano iniziato a familiarizzare con il mio brand e lo inserivano nelle chiavi di ricerca, apprezzandone la qualità. Ho notato un aumento della credibilità e della fiducia del cliente verso il mio brand. Guardando ai risultati, da quando ho aderito a Transparency l’azienda ha registrato un incremento del fatturato del 35%”.

Emil Ninni, co-fondatore di Koala Babycare, ha dichiarato: “La nostra azienda è nata con Amazon, anzi, a dire il vero prima abbiamo studiato il sito e poi abbiamo costruito un brand che potesse avere successo su Amazon. Siamo attivi da 3 anni, e anche grazie ai servizi Amazon siamo potuti crescere prima in Italia e poi sui mercati europei, riuscendo ogni anno a triplicare il fatturato. La protezione del marchio è estremamente importante anche nel caso di brand meno noti, quando i clienti devono ancora imparare a conoscere e ad apprezzare il prodotto. Ho subito capito che il programma Transparency faceva al caso nostro perché aiutava a proteggere e a dare valore al singolo prodotto, aumentando la riconoscibilità del nostro brand e la fiducia dei clienti, con un impatto positivo più generale sulle nostre vendite.”

Siamo entusiasti di quello che siamo riusciti ad ottenere nel 2020, ma non abbiamo intenzione di fermarci finché non avremo portato a zero le contraffazioni. Amazon continuerà ad investire e ad innovare i suoi sistemi per proteggere i clienti, i marchi e i nostri partner di vendita. Non vediamo l’ora di accrescere la nostra collaborazione con i marchi e con le forze dell’ordine per perseguire i responsabili.

Maggiori informazioni su Transparency e gli altri strumenti di Protezione dei Marchi, sono disponibili qui.