“Non mi dimenticherò mai il giorno del Day 1 a MXP1 (sigla del primo magazzino aperto da Amazon in Italia a Castel San Giovanni nel 2011, ndr), perché sono campana e coincideva proprio con San Gennaro! Il 19 settembre 2011: una data che è rimasta ben impressa nella mia mente”. Esordisce così Eleonora, dipendente Amazon del centro di distribuzione Amazon in provincia di Piacenza.

A quasi 10 anni da quel Day 1, Eleonora ripercorre i ricordi di quando, insieme a un piccolo gruppo di dipendenti, è stata formata per imparare le diverse mansioni del magazzino in un sito Amazon già avviato in Francia. “Una volta tornati dalla nostra esperienza francese, dove il centro logistico era già operativo da diverso tempo, non posso negare di essermi trovata spaesata. I lavori in MXP1 non erano ancora terminati: infatti, più che un Day 1 il mio lo definirei proprio un Day Zero! Una volta giunta la data fatidica, non sapevamo bene cosa fare, ma ci siamo fin da subito organizzati per avviare tutto” ci racconta. “Mi emoziono a ripensarci: sono fiera di aver partecipato ad un evento così grande. Ho visto il magazzino prendere forma, un po’ come una mamma che vede crescere il suo bambino” racconta Eleonora, orgogliosa.

Quando ha inviato la candidatura per lavorare in Amazon, Eleonora non conosceva ancora l’azienda: “Avevo 38 anni e arrivavo da altre esperienze nel settore logistico. Nel 2011, sono entrata in Amazon come addetta agli imballaggi e ho svolto diverse mansioni per poi approdare alla mia posizione attuale: mi occupo, insieme al mio team, dell’approvvigionamento del magazzino. Acquistiamo DPI, cancelleria, gestiamo i fornitori e supportiamo le emissioni degli ordini. È una funzione trasversale a tutte le attività del magazzino”. Eleonora, però, è anche una Sustainability Ambassador e insieme ad altri colleghi promuove comportamenti e attività volte a sensibilizzare i dipendenti in merito a tematiche relative al rispetto dell’ambiente e all’utilizzo consapevole delle risorse.

Spero di rimanere in questa azienda: qui ho imparato a non dare mai nulla per scontato.
Eleonora Cascone

Eleonora definisce il 2010 – l’anno in cui è stato lanciato Amazon.it - come ‘l’anno della svolta’: “In quel periodo ho traslocato e, a marzo 2010, ho incontrato l’uomo che poi sarebbe diventato mio marito! Ci siamo poi sposati nel 2013!”. Si ricorda bene anche il suo primo acquisto su Amazon.it: “Un corso di spagnolo della DeAgostini e un paio di altri articoli… impacchettati proprio da me! Il corso di lingua è ancora a casa mia, perfettamente intonso….”.

Il picco quest’anno è già arrivato ed Eleonora non manca di ricordare la sua primissima esperienza: “Conservo un ricordo stupendo del mio primo picco, per me è stato il più bello in assoluto. Non è stato semplice perché il magazzino era appena stato avviato ma, con il lavoro di squadra e tanta energia, oltre all’ossessione per i clienti che guida tutti i dipendenti Amazon, è stato un successo e ci siamo divertiti tanto!”. Per Eleonora, il picco è una sfida, è adrenalina e lavoro di squadra ma, nel periodo natalizio, è anche gioia: “Sono entrata in Amazon come addetta agli imballaggi e ricordo bene la soddisfazione di impacchettare i regali: è come se stessimo donando noi stessi l’oggetto che stiamo incartando in quel momento!”.

Tra 10 anni, Eleonora si vede ancora in Amazon: “Magari con un’altra mansione, ma spero di rimanere in questa azienda: qui ho imparato a non dare mai nulla per scontato. La sicurezza dei dipendenti viene messa al primo posto: in questo periodo di emergenza sanitaria, ad esempio, l’azienda si è subito attivata per implementare tutte le misure necessarie per permetterci di continuare a lavorare in serenità. Non ho intenzione di andarmene proprio da nessuna parte!”.